«Soprattutto (a Monte Sole) sentiamo presenti le anime dei bimbi, i cui angeli vedevano e vedono la faccia del Padre che è nei cieli (cf. Mt 18, 10). Nella nostra adorazione speriamo di essere circondati e sostenuti dalla loro adorazione, per trarne ispirazione di purezza, umiltà, di offerta sacrificale veramente immacolata e irreprensibile. Soprattutto da loro, che secondo la parola del Signore sono “i più grandi nel regno dei cieli”, ci proponiamo di trarre incitamento e aiuto per conservarci sempre in un’autentica piccolezza evangelica».

 

.

 

( Cf. G. Dossetti, «Diaconia a Monte Sole», in Id., La parola e il silenzio, cit., p. 378, Paoline,Milano 2005, p. 461).

torna sutorna su